Archivi

Re Carnevale

Re Carnevale in ore invisibili, sovrano di secchi fantasmi accartocciati al vento – fra lo schiudersi di stelle appese al tremore del giorno mani ossute filano un fuso di ricordi quale ancora di tempo disperso. Rimbalza il silenzio che cinereo si avvinghia alle strade, in questo paese deserto che s’adorna di fuliggine e soffioni deposti […]

Continua a leggere

Ciuffi

Ciuffi di cielo nel Sole che ripiega il pensiero, mormora l’Inverno litanie lontane – sfogliano curve di rosa il tenue colore di ieri.   [GRS]

Continua a leggere

Briciole

Briciole dove mani s’aggrappano a pieghe celate nel buio, dita s’incurvano d’artigli sfilati e pensieri assopiti – lume ora fioco a guidare uno stanco peregrinare, tintinna di ghiaccio il bicchiere – e secco sorride. Polvere di Sole al calar di corolle argentate, sfumature di vedove ombre nel mio corpo di fiamma.   [GRS]

Continua a leggere

[4.30]

Notti in cui sfuma il bianco fra le dita, solo semitoni e chiaroscuri a matita – il nero dell’oblio si fa corriere di ricordi, melodie appese a maree d’avorio in dono ai cancelli del sogno.   [GRS]

Continua a leggere

Fogli di Spiaggia

Reti, foto di Dario Tronchin.

Dubbi corrodono i sentieri del mare, la strada crocifigge il suono di onde amaranto – rilegate su storie di caos e poesia pagine di sabbia sorseggiano vuote conchiglie. Reti si schiudono ai colori d’oriente nel metro di passi assorti in riflessi lavanda – fogli di spiaggia intonano ricordi sconnessi.   [GRS] Fotografia di Dario Tronchin.

Continua a leggere

Cecità

Voci masticano senza resa e mormorano della luce i contorni smussati – come uomini ciechi che di mani assaporano gli spazi nascosti all’ovvio, in ricerche d’asilo oltre il folle equilibrio dell’essere soli. Agli occhi promesse su navi d’incanti – finché non si spengono all’alba i petali della Luna.   GRS

Continua a leggere

Daremo al tempo la colpa (A te che non sei)

Nascono nel buio, scantinato profondo di ore silenziose e assenti, parole piccole di formiche agitate – fameliche ansie nelle curve di notti afone. Crescono di tramonti tesi alla memoria, graffiti impressi sulla pelle come insondabili tatuaggi marchiati da fiamme di nulla… Si chiude la gola in respiri strozzati, mutevoli corpi – deboli vittime senza nature […]

Continua a leggere

Linee vuote

Linee vuote, rotondi spigoli in spazi privati dove ogni voce resta muta e il sapore dell’attesa si protrae infinito, scandito da lancette immobili che contano i giorni come lacrime su un vetro appannato. Scuri campi incolti popolano la mia mente – dove tentai con mani d’azzurro di costruire dipinti e castelli, oggi piogge d’ossessioni e […]

Continua a leggere

Vodka e Basilico

Si eclissano luci nelle favole della mente, nel profumo dolce di vodka che – di notte, su ore di vuoto, nei corridoi di alte torri infinite – dimentica e riaffiora il sapore breve di ricordi amari. Ti copri d’una plumbea livrea, Mattino, quando respiri d’autunno nei tuoi viaggi distanti dal mondo – così, nudo assolvi […]

Continua a leggere

A volte

A volte credo nel tempo che spezza il fiorire della polvere. A volte vivo nell’ombra di un sole divenuto grigio, riflessi d’argento sulle palpebre di occhi che muti si chiudono all’incrocio di sentieri dispersi dal vento. Ho ornato d’Amaranto scarlatto il santuario di marmo delle mie memorie più intime, mentre nel dissacrato tempio della mente […]

Continua a leggere