Archivi

Danze di Notte

Ho chiesto alla notte dove sia nascosto il tuo nome, le mani d’ombra di un ramo alla messa d’inverno raccontano gli spazi fra volo e caduta – sola, la voce a sillabare silenzi in quest’urna di piume… io (che del nido ho la dimensione del buio) come posso sapere il più bianco canto d’allodola? E […]

Continua a leggere

timelapse

Quella bambina soprammobile – oggi ti ho sentita dentro all’andare dell’alba, nel giocare del sonno che va verso il giorno ho dato al vuoto le spalle e il tuo canto bianco ha chiamato la veglia. Forma di cera, ho ricordato le dita miagolare al buio per chiedere una stella – questa torre di sassi è […]

Continua a leggere

Onde

Due anni e un giorno e schegge di secondi sul banco della notte, il quadrato delle tue parole si spiaggia in castelli di rabbia – hai chiesto al mare un tempo e un sogno, ma le onde vanno e non sanno tornare e il rame s’è fatto bianca spuma nel parcogiochi di conchiglie aspettiamo l’ultimo […]

Continua a leggere

Saliscendi

È un corpo a corpo di lontananze estese fra un mare e un altro – un addio di porcellana, talea di due che vengono e vanno scalza sono salita – non lampeggiano le fermate in questo tram a sedili svuotati. [GRS]

Continua a leggere

Fra le mani

Sordi agli occhi di vento s’inchinano i tronchi alle castità d’Inverno – si piega una piuma di gelido volo, bianca nel vapore d’un sole che muore.   E stretto il viver qui resta – ancora cercando, come l’onda sospesa fra chicchi di fumo, quella mano fra le mani… quella mano nella mano.   [GRS]

Continua a leggere

[4.30]

Notti in cui sfuma il bianco fra le dita, solo semitoni e chiaroscuri a matita – il nero dell’oblio si fa corriere di ricordi, melodie appese a maree d’avorio in dono ai cancelli del sogno.   [GRS]

Continua a leggere

Pensieri Nascosti

Pensieri nascosti nell’ultimo angolo di memoria, l’alba schiude porte e indebolisce barriere – era nostra l’alba, di quel lampione che (ricordo) come faro spegneva la notte e iniziava la strada, la lontananza nella distanza di orologi interminabili, che sordi richiamano ancora i loro minuti dispersi nel mare. Inutili crocifissioni d’idee nel mutare inconsapevole di un […]

Continua a leggere

Inquietudine

Ciocche di capelli, d’altre nascoste nudità. Nell’inquietudine sibilano violini, di teatri architravi pizzicate in visioni di domani – dove sei altrove, e nell’apparire ricordi passione. Rubarti un bacio per disperdermi in sogni che sono l’incubo perenne di silenziose orchestre. Concerto in ombre minori, pianoforte solo.   GRS

Continua a leggere

Danze d’Uccelli

Danze, d’uccelli al morir del sole – ricordi fra le ali in un cielo vociante che – frastornato, dipinge memorie di risate su lenzuola di vetro.   GRS

Continua a leggere