Fare Grazie

Oggi voglio fare del grazie un pensiero,
voglio dire la presenza di chi c’è stato e di chi in questi mesi positivi e in questi (ultimi) giorni non facili ha avuto tempo per le mie parole, per i miei versi.

Voglio ringraziare chi ha lavorato per la splendida riuscita del pomeriggio poetico carinziano, sul Millstatter See: è passato più di un mese ma ancora il riflesso di quell’evento mi fa sorridere. Grazie a tutti, danke vielmals!
22193107_10155796475912451_184473974_n

Ci sono stati i giorni degli haiku, nella loro forma più divertente: il gioco con i bimbi, per la raccolta dei testi che andranno a concorrere al 15° Premio Haiku per i bambini nel mondo.
Grazie all’Associazione Kitsune di Udine che mi ha coinvolto in questo progetto, ai centri estivi che hanno partecipato (in particolare a Rachele e all’Accademia dell’Incanto di San Giorgio di Nogaro, da questo laboratorio le foto sottostanti) e alle scuole che aderiranno all’iniziativa.

(grazie a chi tentenna nella mia vita, le assenze spesso sono presenze nella scrittura)

Grazie a Salvatore Cutrupi, amico e poeta: per la prima volta ho partecipato ad un incontro in versi nelle vesti di presentatrice ed è stata un’esperienza unica. Merito anche dell’energia di chi avevo accanto.
salvatore a chiopris

Chiudo proprio con alcuni versi di Salvatore, che ringrazio per tutto quello che umanamente in questi giorni ha fatto per me – li lascio leggere a lui, in questo video che raccoglie una parte dei suoi haiku.

 

 

…lass uns gehen!

Un bel periodo per scrivere, questo, ma anche per darsi il tempo di leggere.

Domattina si va oltre confine, nell’amica Austria, a fare della poesia un modo per scoprire: nella cornice del Blumenpark (parco dei fiori) a Seeboden am Millstatter See, presenterò in italiano e in tedesco una selezione dei miei testi (grazie mille ad Antonio Staude per l’incredibile aiuto nella traduzione!)
L’appuntamento è organizzato dalle associazioni culturaglobaleDante Alighieri, con l’ente turistico della Carinzia; inizierà alle 11.00. Assieme a me leggeranno i poeti austriaci Angelika Stallhofer e Paul Auer, con la musica di Alberto Chicayban.

20637828_10209309663635746_908420162770798605_n

Oggi ringrazio anche chi venerdì 18 sera è stato con noi nel giardino della Taberna a Cormons (GO): le mie letture accanto alla poesia di Margherita Trusgnach, Salvatore Cutrupi, Maria Stefania Cardinali, con la sempre piacevole introduzione di Giovanni Fierro.
Una bellissima serata con delle interessanti voci, tutte davvero diverse: a conferma che la poesia è sempre esperienza, condivisione, presenza.

Haiku nello zaino // Infine…

8A412275-EF76-4DE8-85E1-80D490AEE104

Si è svolta ieri sera 9 giugno a Palmanova, nella Sala delle Associazioni presso la splendida Loggia in Piazza, la consegna del libricino HAIKU NELLO ZAINO ai bambini delle classi quarte elementari della scuola Dante Alighieri che hanno preso parte al progetto di poesia haiku.

HAIKU NELLO ZAINO è un progetto di diffusione della poetica haiku rivolto a un pubblico di giovanissimi, nato quest’anno nell’ambito di una più vasta iniziativa culturale organizzata dall’Accademia Musicale di Palmanova: l’annuale appuntamento di Music Education.
Sono stata coinvolta in questa bellissima esperienza dall’associazione Libermente di Palmanova (la cui presidente, Daniela Galeazzi, ringrazio di cuore) che mi ha affidato il compito di guidare le classi quarte della scuola elementare palmarina in un percorso di incontro e scoperta poetica: i bambini hanno risposto con entusiasmo e grande partecipazione dalla prima lezione fino alle fasi finali del progetto, che li ha portati a conoscere prima, e a scrivere poi loro stessi, haiku.

In sei ore di lezione, con la compresenza delle maestre e con l’affiancamento delle splendide Clara Maggiore e Franca De Nardi (socie Libermente), abbiamo letto, disegnato, suonato, ascoltato, scritto, creato, giocato con parole e suoni per conoscere un genere di poesia che molto si adatta allo spirito libero e pulito dei bambini.

Gli studenti hanno prodotto diversi esempi di haiku, che poi abbiamo recitato al teatro Gustavo Modena di Palmanova il 19 marzo 2017 in occasione dello spettacolo finale di Music Education.
Grazie mille a Nicola Fiorino e Annamaria Viciguerra dell’Accademia Musicale di Palmanova per averci coinvolto in questo progetto per la diffusione della cultura artistica in regione.

Questo laboratorio scolastico è stato un bellissimo lavoro sia per i bambini, sia per gli adulti che hanno preso parte alle lezioni e all’organizzazione. Per me è stato un nuovo modo di affrontare gli haiku e più in generale la poesia: insegnare è davvero, in primo luogo, imparare di nuovo.

Le soddisfazioni sono state molte e abbiamo deciso, visto il valore del progetto finale, di riunire in un libretto i disegni e gli haiku dei bambini affinché i neonati haijin possano sempre ricordarsi quanto la poesia sia una continua necessità umana.

Il libro è ad opera dall’associazione Culturaglobale di Cormons: grazie al lavoro di grande professionalità di Renzo Furlano i disegni dei bambini si sono trasformati in un opuscolo curato in ogni minimo dettaglio.

Grazie a tutti i presenti alla consegna di questo libro, grazie a tutti coloro che hanno contribuito e preso parte al progetto, ma soprattutto grazie ai bambini: tutti dovremmo aver cura del nostro fanciullino interiore, per vedere poesia in ogni angolo del giorno.

InkedF7E73126-56BD-4088-AD4E-6D728700B21C_LI.jpg

Grazie a Lino Spada per le foto.

Le Parole più Belle

Venerdì 26 maggio, per chi avesse piacere, andrà in onda la puntata della trasmissione televisiva “Le Parole più Belle” dedicata alla mia poesia e alla silloge Di Nuvole e Lontananza.

452142_logo_parole_medium

Ringrazio di cuore la curatrice del programma, Anna Apollonio, persona davvero squisita che mi ha fatto sentire a casa e con la quale abbiamo scambiato una piacevolissima chiacchierata.
Grazie anche a tutto lo staff che ha lavorato alla registrazione e al caro amico e poeta Salvatore Cutrupi, sempre presente.

La trasmissione andrà in onda su TV Koper Capodistria venerdì 26 maggio alle ore 20.30 e in replica domenica 28 maggio alle 17.20 e giovedì 1 giugno alle 15.15.

Di seguito le coordinate per trovare il canale – la trasmissione sarà comunque disponibile in streaming sul sito dell’emittente televisiva TV KOPER Capodistria già dopo qualche ora dalla messa in onda di venerdì.

I programmi di TV Capodistria si possono seguire via satellite sempre su Hotbird -13 gradi est, utilizzato dalle maggiori stazioni televisive:
Frequenza: 12.520 Mhz;
Polarizzazione: Verticale;
Symbol Rate: 27.500;
FEC: 5/6;
Codice di identificazione: TV K-C
Sulla piattaforma satellitare italiana Tivusat al canale numero 74.
Per gli abbonati Sky che desiderano vedere anche tv Capodistria, basta che dal decoder Sky selezionino la voce del menù “altri canali sat” e attivino la modalità di “ricerca”. In seguito basta selezionare tra i canali preferiti TV K-C e una volta fatto, il canale sarà disponibile dal 9600 in poi.

Far East Film Festival, haiku mania.

Sono stati momenti interessanti, quelli di una settimana di Far East Film Festival che fra i tanti eventi della 19esima edizione ne ha proposti diversi incentrati sugli haiku e sulla poesia nipponica più ampia: dalle letture poetiche accompagnate da musica live alla presentazione di libri di grande spessore (come non citare “Quando Edo rideva” di Valeria Simonova-Cecon o “Il viaggio degli haiku”, traduzione degli haiku di Hirakawa Ho a cura di Diego Martina), per passare poi ai corsi di senryu e quelli di haiku, nella doppia versione per adulti e per bambini.

Dopo l’esperienza alle scuole elementari, che sta vedendo lentamente il frutto di tanti lavori e sulla quale ci saranno presto aggiornamenti, mi è stata offerta la possibilità di portare anche al FEFF il progetto per bambini Haiku nello Zaino. Lavagna e gessetti alla mano, nella location del Visionario martedì 25 aprile abbiamo giocato a conoscere i tratti stilistici di un haiku con un gruppo di bambini interessati, vivaci e dalle idee chiarissime. Un workshop che ha coinvolto sia bimbi piccolissimi, dell’asilo, sia ragazzi delle medie appassionati di oriente.

haikuzaino

Sempre martedì 25, dalle 17 alle 19 il corso base di haiku che ho tenuto presso gli splendidi locali del Lino’s & Co., una bella realtà che si pone come luogo di aggregazione per gruppi, eventi, idee, proposte.

Una ventina i partecipanti, fra i quali molti alle prime armi con l’arte degli haiku, altri che ne avevano sentito parlare e perfino un paio di scrittori consumati da paesi lontani… tutti comunque propositivi e coinvolti.
Dopo un’ora di spiegazione frontale, fra storia e stile attraversando il mondo dei grandi maestri classici, gli studenti si sono cimentati con la scrittura e la creazione di immagini proprie.
La mia soddisfazione è stata enorme alla fine del corso, con il ringraziamento di tutti e molte domande da parte dei più interessati.

Un’esperienza da ripetere sia sul fronte degli adulti sia su quello dei bambini, e non posso che ringraziare di tutto cuore l’organizzazione del Far East Film Festival per avermi dato questa bella occasione.

Grazie in particolare a Valeria Simonova-Cecon per l’aiuto, Iva Kordic per l’organizzazione e Arianna del Visionario per il supporto!

Venerdì 5 maggio, “Di Nuvole e Lontananza” in Biblioteca

ChioprisvisconeLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CHIOPRIS-VISCONE (UD)
PRESENTA UNA SERATA DI POESIA.
AVREMO OSPITE

GAIA ROSSELLA SAIN

CHE DIALOGHERA’ CON
Oreste Patrone – scrittore e blogger
Timothy Dissegna – Sconfinare

CI PRESENTERA’
LA SUA RACCOLTA POETICA
“DI NUVOLE E LONTANANZA”
(Edizioni Culturaglobale Cormons)

“E’ un esordio riuscito, quello di Gaia Rossella Sain con la raccolta poetica Di nuvole e lontananza”. Le poesie di queste pagine hanno sempre la presenza della natura, essenza vitale che c’è e rimane. Lo scrivere Di nuvole e lontananza è un continuo sguardo, che non si stanca di porsi domande e accettare risposte, anche quando mostrano i segni di ciò che si rompe e manca”. Così le parole del poeta goriziano Giovanni Fierro a descrivere la prima silloge di Gaia Rossella Sain, in una recente intervista apparsa sul mensile di scrittura “Fare Voci” della Biblioteca Statale Isontina.

VENERDI 5 MAGGIO 2017
ORE 20.30

62080810

INGRESSO LIBERO
(presso la biblioteca comunale di Chiopris-Viscone)

Thinking haiku al FEFF19

Pare un periodo di onde non inclini alla resa, questo momento di attività – di eventi e traguardi.
Per chi ha piacere, sarò al Far East Film Festival di Udine la prossima settimana, in occasione di alcuni eventi della XIX edizione.

feff-1

Per la precisione, martedì 25 aprile:

  • dalle 11.00 alle 12.30 al Cinema Visionario: terrò un appuntamento per la serie Haiku nello Zaino, incontro alla scoperta degli haiku per bambini – consigliato dalla quarta elementare in poi.
    Giocheremo assieme con le idee di ogni stagione e le immagini della natura, ascolteremo la creatività di ognuno per disegnare un attimo e imparare a creare semplici haiku. Brainstorming di gruppo, disegno libero, giochi di ritmo per conoscere la metrica e la forma poetica.
  • dalle 17.00 alle 19.00 al Lino’s & Co.: corso introduttivo di poetica haiku per adulti.
    Un corso base di due ore per conoscere i fondamenti di questo genere: la storia, i grandi maestri e alcuni esempi del loro corpus poetico, i contenuti e lo stile. Una breve lezione frontale e poi spazio alla creazione, alla scrittura, al confronto.

Vi aspetto, ci vediamo a Udine per il FEFF 19!

 

Calici inVERSI, domenica 29 gennaio

Serata di poesia, di verso in verso in Enoteca a Cormons.
Domenica 29 gennaio, ore 20.30.

Letture di Giovanni Fierro, Salvatore Cutrupi, Chiara Dorigo legge Alda Merini, Sohana Elisa Bernardinis legge haiku.
Presenta Gaia Rossella Sain.
A cornice, il progetto Istanti a colorare le pareti dell’Enoteca fra haiku e fotografia!

GIOVANNI FIERRO
Onora sempre le bolle di sapone
come l’uomo sono fatte di fiato
provengono da un respiro
come il corpo umano sono una tessitura d’acqua
con trasparenza mostrano il silenzio.
Un soffio le fa volare nell’aria e vanno
si rincorrono come baci
come la vita non ritornano.

 

CHIARA DORIGO legge ALDA MERINI
Ecco un bianco scenario
per tratteggiarvi l’accompagnamento
degli oggetti di sfondo che pur vivono.
non ne sarò l’artefice impaziente.
Berrò alle coppe della nostalgia,
avrò preteso d’ozio nelle lacrime…
perché non mi ribello alla natura:
la mia lentezza li esaspera…
La mia lentezza? No, la mia fiducia.
Per adesso è deserto.
Il mondo può rifarsi senza me,
E intanto gli altri mi denigreranno

 

SALVATORE CUTRUPI
A volte
nelle narici
il sapore dei fiori
dove nacque il mio sangue
l’odore del mare
dove infante annaspavo
fianchi cinti di zucche vuote
a volte
acre bruciore di roghi d’agosto
erba di casa inondata dal sole
aroma di olive cadute e raccolte
essenza di bergamotto
che m’ingentiliva le ascelle
nei giorni di festa
mosto nell’aria
d’acini pigiati a piedi nudi
a volte
anzi sempre nel cuore
il ricordo di te madre
che m’allattavi nella fame
tra lo scoppio delle bombe.

 

SOHANA ELISA BERNARDINIS legge #haiku
nel palmo aperto
tutto il vento raccolto
di quest’inverno
*
traffico lento –
fioccano fitti fitti
semi di pioppo

 

GAIA ROSSELLA SAIN
Ti ho vista stanotte,
mi sei entrata dentro
e a mani tese hai cercato –
a scavare la fossa al cuore
basta un centimetro di silenzio,
e il canto nudo della luna
lascia le spalle fredde
quando fuori
la sera
tarda a farsi gentile.
Mi sei entrata dentro
e a mani tese hai cercato,
hai trovato forse il mare
– raccolto a grappoli
sul filo dell’acqua che sale.

Fare Voci, Sabato 21 Gennaio

un invito / rassegna “FARE VOCI GORIZIA”, 21 gennaio 2017

Riprende con l’anno nuovo l’appuntamento
di “FARE VOCI GORIZIA”.
Un’altra serata per ascoltare le voci d’autore,
di poesia e musica e pittura.
Ecco di seguito tutti i particolari.
E tutti invitati!!

**sabato 21 gennaio 2017 – ore 20.45

galleria d’arte “PROLOGO”
via Graziadio Isaia Ascoli 8/1, Gorizia
http://www.prologoart.it

letture di:
Gaia Rossella SAIN
Francesco TOMADA
Chiara BALDINI

musica:
Stefano SCHIRALDI, voce, chitarra e canzoni

espone:
Paola GASPAROTTO, pitture

15940679_1192620857518539_2202029924329539621_n

**La serata:
La nuova voce di Gaia Rossella SAIN, con le poesie
dalla raccolta “Di nuvole e lontananza”, suo felice esordio.
L’intensità di Francesco TOMADA, friulano di Gorizia,
con il suo recente “Non si può imporre il colore ad una rosa”,
lavoro già acclamato da critica e pubblico.
E da Ravenna c’è Chiara BALDINI, autrice di “Prugne sulla pelle”,
pagine di raffinata e incessante ricerca artistica.
E le canzoni di Stefano SCHIRALDI, cantastorie da applausi
e fine narratore dell’umana resistenza.

Gaia Rossella SAIN:
“un botto forte
di grano maturo come il sole
che s’inchina
e resta oltre il fiume”

Francesco TOMADA:
“possiamo fare pace ma le nubi
sono scure dappertutto come pachidermi
e non ho mai sentito il cielo
che si scusa per un temporale”

Chiara BALDINI:
“Mi proteggo e scopro il fuoco.
Nella nostra paura ricomincio da capo.
Non si finisce mai di cadere dal nido”