Emmet e Garfield.

IMG_3738

Emmet è uno dei tanti gatti adulti ospiti presso la sede del gattile AIPA (Associazione Isontina Protezione Animali), che si trova poco fuori dal centro di Gorizia, in via degli Scogli 40.

Emmet è un guerriero, come dicono in molti, è un gatto adulto dal passo baldanzoso e fiero come quello di un leone. Accarezzando il suo folto pelo tigrato si scorgono varie cicatrici, come il taglio all’orecchio destro, eredità di chissà quale battaglia. Ha un carattere forte, nonostante sia stato sterilizzato rimane di indole dominante ed è il boss incontrastato del giardino del gattile… e anche del circondario!
Eppure… eppure Emmet è sempre il primo a salutarci quando parcheggiamo la macchina davanti al cancello – e se lasciate la portiera aperta, salirà dentro come nulla fosse, ispezionando ogni angolo dell’auto! Questo gattone grande e grosso, la cui età nessuno sa con precisione, è sempre e immancabilmente il primo a chiedere una carezza, un abbraccio, una coccola… e resta lì fin quando anche l’ultimo dei volontari non è entrato, a farsi coccolare, come se del cibo in fondo non gli importasse un granché, preferendo una briciola di affetto in più piuttosto che una crocchetta.

Il boss dell’AIPA, il nostro Emmet, ha visto entrare e uscire dal cancello del gattile decine e decine di cucciolate, di gatti adulti, di randagi, di felini abbandonati o incidentati… ha visto passare l’inverno e l’estate più e più volte, ma è sempre stato “scartato”. Sarà perchè è solo un tigrato, o perchè ormai è adulto, o forse perchè ha gli occhi semplicemente gialli, o per quel suo fare da guerriero indomito?
Eppure chi lo conosce, non può che amarlo.
Chi lo conosce sa che, appena parcheggerà la macchina davanti al cancello del gattile, vedrà sicuramente il Boss fermo in attesa… perchè Emmet è sempre il primo a salutarci all’arrivo, ed è sempre l’ultimo a dirci fiducioso “arrivederci” quando andiamo via.

 

GarfieldGarfield è arrivato in gattile assieme ai suoi fratellini, anni fa: era piccolo, piccolissimo, ma già bellissimo come un principino.
Con il passare delle settimane, uno dopo l’altro tutti i suoi fratellini e sorelline sono stati adottati e stranamente lui, con quel suo bel manto rosso morbido e setoso, è rimasto in attesa. Fiducioso, ha aspettato.

Garfield è cresciuto, le stagioni si sono susseguite e lui ha imparato a vivere secondo le regole del gattile, prima in una stanza chiusa, poi nel giardinetto, ora all’aperto.
Finalmente Garfield, ormai cresciuto, ha trovato una casa e una famiglia… ma alle volte il mondo è strano, e le persone non sono da meno: poco dopo, ha visto riaprirsi le porte del gattile per il solo motivo che questa rossa meraviglia “piangeva troppo”. Lui, abituato ormai a vivere fra decine di gatti in un posto che fin da piccolo conosceva, si è visto rifiutare per mancanza di pazienza da parte di qualche umano frettoloso. Ed è ricominciata per lui la routine del gattile, dall’altro lato del cancello.

Quando si fa volontariato con persone o animali, i loro occhi – gli occhi e lo sguardo di ognuna delle creature incontrate – entrano nel cuore e diventano indimenticabili: per me questo bel micione rosso è sempre stato il Principe del gattile, con il suo carattere posato e dolce e i modi eleganti. Affettuoso ma indipendente, come ogni gatto dovrebbe essere, è sterilizzato e assolutamente non dominante. Ho sempre trovato unico il suo modo di attendere il cibo garbatamente, lasciando il momento della “ressa per la pappa” agli altri gatti e aspettando il suo turno per poter mangiare con calma.

Garfield è un gatto adulto, bello, un Principe davvero… ed è ancora in attesa, attende una casa e una famiglia, questa volta per sempre.

 

Per l’adozione di Emmet e Garfield, e molti altri gatti sia adulti sia cuccioli, rivolgetevi all’AIPA Gorizia: