Archivi

Non hanno gli occhi

Le nostre mani non hanno gli occhi, gli occhi per guardare il lento sfaldarsi dei sentieri del mondo quando le rughe amare di antichi sorrisi spengono il tempo di cieli stinti ornati dal sole di maggio. Gli occhi per vedere – al filo di arcolai avvelenati si legano stoffe macchiate d’artifici, arazzi di nulla oltre […]

Continua a leggere

A volte

A volte credo nel tempo che spezza il fiorire della polvere. A volte vivo nell’ombra di un sole divenuto grigio, riflessi d’argento sulle palpebre di occhi che muti si chiudono all’incrocio di sentieri dispersi dal vento. Ho ornato d’Amaranto scarlatto il santuario di marmo delle mie memorie più intime, mentre nel dissacrato tempio della mente […]

Continua a leggere

Lenzuola di Cenere

Lenzuola di cenere sul grigio bianco del cielo – sotto blocchi di dense nuvole come onde di macigni, sepolto, soffoca il tramonto amaranto d’un sole immobile. Si fanno grigi anche gli occhi, i nostri, mentre muta la bruma raccoglie spettri d’estate. Canteranno i gufi nel buio, ma nella sabbia ruvida della notte anche l’ultima stella […]

Continua a leggere

Il profumo dell’erba

Ricordi il profumo dolceamaro dell’erba nel verde dei suoi giorni puliti, quando ti vesti di sorrisi per accogliere lacrime storte – pellegrine di mondi costruiti su travi di memorie lontane dove notturni rondò suonano ininterrotti e la voce si fa segreto d’ombre. Sarai il bianco candore su tele di rose nere, mentre petali si fanno […]

Continua a leggere

Regni di Scoperte

Dal tuo ventre rigenerata e non creata, neonata bambina dagli occhi di luce assorti nel colore del sole. Lasci mani tremanti avvolte nel tempo – dispersi regni di scoperte ritrovati all’ombra di un cedro. Fioriscono mandorli sul colle di vita… il tuo nome è memoria, il tuo retaggio è dono d’essenza.   GRS

Continua a leggere

Le strade del mondo

Correvo una volta, a mani scalze e piedi provati dalla solitudine – e dal buio delle strade dimenticate agli angoli di paesi morti, fra campagne coperte di edera e muschio. Rincorse di una vita a finti baluardi instabili che al vento cedono voti e destini, attraverso passi sempre più disillusi ho incrociato le strade del […]

Continua a leggere

Equinozio

Dove poggiano farfalle, viveva l’estate. Al risveglio dell’alba è di fredda bruma il balcone, controsensi di tiepido sole dove pungono i rami sottili d’un aria che sfiora di sussurri il mutare dei colori. Intimi ricami di malinconia nelle fragili ombre d’alberi come scheletri di petali passati, margherite che gialle toccano il cielo come ultimi baluardi […]

Continua a leggere

Siepi di Piracanta

Era di bianco la primavera delle mie strade, siepi di piracanta in fiore e profumi di gioie come nudi gioielli fra le mani. Occhi di drago a rincorrere il cielo, sempre più rossi i colori del tempo, che barcolla e senza posa dimentica fotografie d’istanti come appunti d’un viaggio mai iniziato… Diventa scarlatto l’autunno nelle […]

Continua a leggere

Arabeschi

Doppi arabeschi d’azzurro, è nell’alba l’oro di spiriti nuovi… eppure così sereno profuma il tramonto – casualità d’incontri, dubbi e desideri il mio filo ricama nel sole.   GRS

Continua a leggere

Chiocciole

Restano i corvi. Su cieli infidi di pioggia, a forare nubi di raso che stoiche coprono ombre d’azzurri riverberi. E sul sentiero chiocciole, nella certezza vana della terra… finché – piano, anche noi dimenticheremo.   GRS

Continua a leggere