Archivi

Fili di Luce

Sabbia nel cielo, sfuma il sole appeso fra i fili rosati d’un freddo tramonto. Linee ordinate come sottili pentagrammi, risuona serena la melodia delle tue mani – ancora nei sogni echi distanti d’un pianoforte.   GRS

Continua a leggere

Eppur cade la neve

Di sole nuovo s’affinano e s’adornano sentieri. Eppur cade la neve, perpetua, sulle mensole adombrate di polvere in dimore abbandonate, di corpi e di animi distanti. Parli di parole e ti muovi nei suoni, sugli arpeggi che muti hai filato come trame di diamante attorno alla mia voce, cuciture come schizzi di nuvole – ho […]

Continua a leggere

Ritorno alla Notte

Ritorno alla notte – al silenzio ottuso di parole secche come spente foglie morte, incollate alla dimora dei loro giorni in attesa d’un pallido vento a recidere la vita come lame d’ottobre. Ma resterà settembre fra le ali d’un tempo inaridito, dove crescono già maturi rami di rosa spinosa… e ruota l’arcolaio nelle sole notti […]

Continua a leggere

Illusioni

E lo trovarono nella notte, arso sotto le fiamme di stelle crudeli – è il tuo corpo riverso nell’azzurro e perso in litigi d’amore e d’odio agli angoli della memoria… Ancora lottano le tue mani con il nudo avorio d’un sogno che lentamente s’avvicina – come una storta illusione si accoccola sul divano e muta […]

Continua a leggere

Dispersi

Si alza, si perde il sapore di fumo fra le mani e le labbra, passano nel buio come il tempo più evanescente gli istanti e i secondi altrui dispersi in corolle di blu. Il mare nasconde le luci al ritmo di musiche distanti da noi… eri l’unico respiro di nuda consapevolezza nel caos d’illusioni vestite […]

Continua a leggere

Corre la strada

Corre la strada, nera e indorata di lumi. Mi cullasse il sonno potrei, forse – riaverti fra le dita infangate di pianto… Corre il giorno, scadono le ore e i sorrisi. Cedo alla notte, gendarme di lacrime che magre riempiranno occhi di nuovo spenti. Come mancanza, in un’eclissi di gioie passate.   GRS

Continua a leggere

Piume maestre

Stupore, d’assurdi vani d’azzurro vuoto… scrollati dalle mie mani invischiate di cera fredda e molle – rinascono le piume maestre sul dorso delle ali mie nere, per ogni sogno saranno nuove e abbandoneranno i miei campi le tinte della paura. Non ho catene ai tuoi polsi, così curami – o in purpurea pace abbandonami.   […]

Continua a leggere

Mattino di Pioggia

Profumano di menta le sere nei tuoi pensieri… ho corretto il volo delle rondini verso la luna avorio, per distoglierle al tuo sguardo quando pareva che – ingenua!, fossero loro a rubare il tuo canto. Non si posano sui salici le ali dei falchi pellegrini – nel rosso del cielo, è di pioggia il mattino […]

Continua a leggere

Avevamo spade

Avevamo spade e avevamo certezze, quando erano solo le navi a varcare i laghi del giorno. Hai visto neve, hai toccato fiamme che non potevano esser calore… lasciasti fra le rose le tue mani pulite, ora svaniscono i tuoi ricami su tele di pallido nulla.   GRS

Continua a leggere

In tua mano

In tua mano rinasce l’alba, fiocchi di rame avvolti nel lino a tendere ore di soavi inganni… Ti saranno dati sorrisi d’azzurro mentre il cuore, felino e ribelle, fiorisce nelle nevi d’agosto.   GRS

Continua a leggere