Caffè

L’ansia
dei vecchi che a occhi sbarrati
frugano l’attimo
d’un caffè bollente,
la fretta del tempo
che sfuma oltre il vetro –
e il giovane appoggia
sforzando un saluto
l’ennesimo deserto secondo
sul tavolino d’un bar.

 

[GRS]

 

Giocando…
…ogni giorno, dell’ansia della gente che dimentica i sapori e ingoia i profumi, si congela in istanti nel terrore di viverli… e con pupille spente giudica il cielo ignorandone i colori.

8 commenti su “Caffè

    • Che belle parole, grazie.
      Ho il sospetto, comunque, che persone con il tuo occhio interiore siano immuni da questa “noncuranza” emotiva della gente. 😉

      • Non so perché ma mi viene da piangere. Forse troppa solitudine trattenuta che si liquefa nell’abbraccio delle tue parole.

  1. Hai saputo rappresentare bene in versi questa ansia che ingoia tutto quanto.
    E’ anche un modo per dare una spinata a reagire, grazie!!
    Ciao, Patrizia

    • Grazie Pat… è un po’ l’ansia che ogni domenica (più d’ogni altro giorno) vedo negli occhi della gente. Incredibile come ci si possa perdere in un bicchier d’acqua… o nella tazzina d’un caffè.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: