Metallo e Cotone

Scrigni di polvere e rose scarlatte
custodiscono
le trame sfilacciate d’un ordito
come docile armatura
intessuta di metallo e cotone.
Attraverso le fiamme d’Isonzo
confini di vuoto,
baluginare di feste e lampioni
d’un regno di stordimento –
inverso d’un canone sciocco,
di archi e voci
violentate dal gelo d’inverno.
Sotto le maschere della notte,
nei colori disciolti di occhi eleganti
si staglia l’alba –
accoglimi nel giorno,
giocoliere e giullare d’una corte
che vive d’un ormai secco giardino.
Di stoffe laveremo il tempo,
fra stanze bianche di finestre socchiuse
dove solo orchestre d’ombre
in un morbido adagio
porteranno fioritura
a fragili vasi seminati d’attese.

 

GRS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...