Terra Matrigna

Il deserto nella mente,
pensieri attutiti dal vuoto.
Dove restano i vigneti,
a pulire la monotonia delle voci,
sorgono tramonti
si spengono albe
nelle buie fosse comuni
di una terra madre
(matrigna)
di artefatto orgoglio.
Dove restano i colli,
a spezzare paesaggi morti
in abbuffate di carsica roccia,
si elevano
si allontanano
musiche IDEE parole
da carteggi spenti e teatri vuoti.


Spoglia la terra
dimentica di vita
– matrigna d’ombre.

 

GRS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...