Calici inVERSI, domenica 29 gennaio

Serata di poesia, di verso in verso in Enoteca a Cormons.
Domenica 29 gennaio, ore 20.30.

Letture di Giovanni Fierro, Salvatore Cutrupi, Chiara Dorigo legge Alda Merini, Sohana Elisa Bernardinis legge haiku.
Presenta Gaia Rossella Sain.
A cornice, il progetto Istanti a colorare le pareti dell’Enoteca fra haiku e fotografia!

GIOVANNI FIERRO
Onora sempre le bolle di sapone
come l’uomo sono fatte di fiato
provengono da un respiro
come il corpo umano sono una tessitura d’acqua
con trasparenza mostrano il silenzio.
Un soffio le fa volare nell’aria e vanno
si rincorrono come baci
come la vita non ritornano.

 

CHIARA DORIGO legge ALDA MERINI
Ecco un bianco scenario
per tratteggiarvi l’accompagnamento
degli oggetti di sfondo che pur vivono.
non ne sarò l’artefice impaziente.
Berrò alle coppe della nostalgia,
avrò preteso d’ozio nelle lacrime…
perché non mi ribello alla natura:
la mia lentezza li esaspera…
La mia lentezza? No, la mia fiducia.
Per adesso è deserto.
Il mondo può rifarsi senza me,
E intanto gli altri mi denigreranno

 

SALVATORE CUTRUPI
A volte
nelle narici
il sapore dei fiori
dove nacque il mio sangue
l’odore del mare
dove infante annaspavo
fianchi cinti di zucche vuote
a volte
acre bruciore di roghi d’agosto
erba di casa inondata dal sole
aroma di olive cadute e raccolte
essenza di bergamotto
che m’ingentiliva le ascelle
nei giorni di festa
mosto nell’aria
d’acini pigiati a piedi nudi
a volte
anzi sempre nel cuore
il ricordo di te madre
che m’allattavi nella fame
tra lo scoppio delle bombe.

 

SOHANA ELISA BERNARDINIS legge #haiku
nel palmo aperto
tutto il vento raccolto
di quest’inverno
*
traffico lento –
fioccano fitti fitti
semi di pioppo

 

GAIA ROSSELLA SAIN
Ti ho vista stanotte,
mi sei entrata dentro
e a mani tese hai cercato –
a scavare la fossa al cuore
basta un centimetro di silenzio,
e il canto nudo della luna
lascia le spalle fredde
quando fuori
la sera
tarda a farsi gentile.
Mi sei entrata dentro
e a mani tese hai cercato,
hai trovato forse il mare
– raccolto a grappoli
sul filo dell’acqua che sale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...