Bozzetti

Indietro
ho lasciato il tempio delle attese –
corridoi
di mani di spazi
(misure infinitesimali)
e il respiro
un sorso di vuoto,
un cappio
allacciato all’acqua.
Ho aspettato il mare,
ho guardato –
le onde
scalze
riposavano fra le dita.

Ed io sola
sono pezzi di cielo,
oggi –
ho voluto
azzurro
un letto di nuvole,
per far l’amore
dove le stanze fermano il giorno
e le tue mani di terra
scivolano
note di camomilla.

[GRS]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...