Mio Re

E tu alzasti la spada
al cielo di antichi Dei ora spenti,
mio Re –
nell’ultimo giorno fu tua
la sconfitta di un tempo
e la nascita di una leggenda.
Da mani di fata redenta
sfiora Excalibur porte d’acqua…
a nascondere castelli di ricordi.
Alla terra dei meli dirigi i tuoi passi,
mio Re –
ed è questo il canto ultimo
di mitica memoria.

 

GRS

7 commenti su “Mio Re

  1. Bella quella storia sulla proposta di pubblicazione. A me sarà capiato, per telefono, una decina di volte.

    Complimenti per le poesie, molto originali

  2. Cara Gaia
    qua sfondi una porta aperta col mito arturiano a cui ho dedicato tantissime poesie e mi fai venire voglia di scrivere ancora…
    Sei meravigliosa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: