Marabitudine

Sei marea
e ti ritrovo –
nell’abitudine dell’onda
di andare e tornare,
lasci conchiglie
a queste mani imbastite dai venti.

Ne farò ghirlanda
incisa sul seno,
a ricordarmi
che la mia invidia è per le nuvole –
d’altronde sai,
è ancora qui
l’azzurro che conta:

il tuo mare che sale,
il mio cielo che resta.

[GRS]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: