I fanali passare.

Mi fermo a volte,
sulla soglia dell’ombra –
a guardare i fanali passare.

Hanno il muso bianco della notte,
forme
che non ho mai imparato a differenziare –
il fuoco del camino ride di me
che mi appoggio al freddo
prendendolo per mano…
Ho dita scarne oggi,
filtrano parole
e parti e misure –
si fa d’autunno la mescita del silenzio,
il calice vuoto
e a versare è una Luna di rame.

La luce chiama alle spalle,
vien solo un sorriso quando
(oltre la strada)
rivedo i fanali passare.

[GRS]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...